Progetto per le ricostruzione del bivacco alpino F.lli Fanton (part 2)

Si apre ora il secondo capitolo relativo al progetto presentato al concorso di idee per la ricostruzione del bivacco alpino F.lli Fanton, dove verranno prese in considerazione gli aspetti costruttivi.

Data la difficoltà del cantiere e del trasporto ad alta quota si opta per una tecnologia costruttiva che consenta un alto grado di prefabbricazione, minimizzando gli interventi e le lavorazioni in loco. Si sceglie quindi di realizzare la struttura portante del bivacco in x-lam, con un rivestimento esterno in leggeri pannelli metallici coibentati. Questa soluzione permette la scomposizione dell’opera in parti finite (x-lam e rivestimento) che possono essere facilmente trasportate ed assemblate tramite l’utilizzo dell’elicottero e di semplici elementi connettivi in acciaio direttamente in cantiere.

Per quanto concerne la realizzazione in quota sono state individuate 6 fasi costruttive:

  • fase 1: attacco a terra
  • fase 2: piastra di base x-lam
  • fase 3: posti letto in legno
  • fase 4: pareti laterali x-lam + rivestimento
  • fase 5: copertura x-lam + rivestimento
  • fase 6: scala, finiture, interni

Per approfondire la lettura consultare il PROGETTO COMPLETO a questo link: http://www.henryzilio.com/tecnologia%20di%20un%20bivacco%20alpino/

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s