Bilbao, laboriosa e perspicace

Da “appena” vent’anni Bilbao ha intrapreso una strategia di “rigenerazione urbana” che la proietta con forza e originalità verso il prossimo futuro.

Sono tre, in particolare, i concetti su cui si è lavorato:

– la cultura come propulsore economico;

– il ripristino ambientale;

– il recupero di aree dismesse.

La gente del posto, i baschi, tradizionalmente operosa e socialmente evoluta, ha puntato al locale miglioramento della qualità della vita e alla realizzazione di grandi opere d’architettura e infrastrutturali che richiamano visitatori da tutto il mondo, proiettando la città verso un florido sviluppo economico.

Il Museo Guggenheim (F.Gehry), la metropolitana (N.Foster), l’aeroporto (S.Calatrava), la trasformazione dell’area industriale di Zorrozaurre (in corso, Z.Hadid) sono solo alcune delle realizzazioni su cui si sta sviluppando questo percorso.

Ma, vien da chiedersi, quale meccanismo induce a questa positiva evoluzione?

Da quanto emerso parlando con alcune persone del luogo sembra che le ragioni siano da ricercare nell’autonomia amministrativa e finanziaria della regione, i Paesi Baschi, ( il 94% dei proventi dalla tassazione rimangono in loco), dai finanziamenti esterni, dalla laboriosità e correttezza etica degli abitanti, dal buon funzionamento delle Amministrazioni locali.

Non sarebbe forse il caso che anche altre realtà lavorassero con questi intenti?

 

Advertisements

One thought on “Bilbao, laboriosa e perspicace

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s