Passa il giro. Il giro siamo noi

A fine maggio, quando il giro d’Italia affronta le dolomiti, vado a vedere i corridori che passano.

Vado in bici, dopo essermi avvicinato in automobile, e, con altri amici ciclisti, percorro una parte della tappa giornaliera prima di fermarmi nelle vicinanze di un passo o di   uno strappo impegnativo per assistere al passaggio della carovana.

Ci vado ogni edizione e sempre con grande passione perché si tratta di uno spettacolo unico e grandioso; dove, cosa strana per i nostri giorni, non si paga il biglietto!

Ogni anno vedo molti giovani stremati dalla fatica, sudati, affranti, tonici, scattanti, determinati nell’andare a quanto più non possono

Ogni anno vedo consumare sofferenza, una sofferenza finalizzata ad una affermazione, ad arrivare al traguardo prima degli altri

Ogni anno si tenta di fare vedere quante sostanze illecite ci siano a margine di questo sport, ottenendo, ahimè, una disaffezione della gente per il ciclismo

 

Ma se, in questa esperienza, l’aspetto sportivo riveste un grande significato, attribuisco ancora maggiore importanza all’evento popolare, al coinvolgimento della gente comune.

Il passaggio del giro per le montagne è seguito da gente semplice che si sposta, a volte anche da lontano, per assistere ad uno spettacolo fugace ed intenso

si tratta di uno spettacolo nello spettacolo: quello di un giorno intero, creato dalla gente, in occasione del veloce passaggio dei corridori

 

Puntualmente si verificano situazioni di sana partecipazione popolare e di festa spontanea e il pubblico, a volte solo qualche persona, raccolto in attesa lungo la strada, incita, sostiene, deride o, semplicemente guarda i ciclisti amatori che si avvicendano lungo il percorso della tappa.

Percorrere da ciclista quelle tratte, quei kilometri teatro della sofferenza dei ciclisti “veri”, diventa cosa magica, carica di significato.

Ogni anno ho l’impressione di vivere, di essere parte attiva di una grande festa popolare

Ogni anno vivo con grande gioia questa giornata.

 

 

Le immagini sono state scattate al Passo delle Erbe nel 2005

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s