Il verde nuovo sul pendio

Il pendio che si inerpica verso il Grappa, sul retro della casa dove abito, sta divenendo un campionario di verde: se ne vedono di tante tonalità, contemporaneamente…
….. la prevalente è quella di un verde “nuovo”, un po’ timido e slavato che un po’ per volta sta ricoprendo i rami e con essi i tronchi, le rocce ed il fogliame sotto stanti

Il verde sta entrando nella scena stagionale in punta di piedi, dopo che sono comparsi i primi tepori, le prime piogge primaverili,

d’ora in avanti sarà una grande esplosione fino al punto che tutto il bosco assumerà un colore verde più intenso e maturo; le sfumature tenderanno ad omogeneizzarsi e tutto si appiattirà un po’.

Il verde nuovo, fatto di alberi a foglia caduca, sta contaminando ed aggredendo il verde cupo ed austero dei sempreverdi presenti, un po’ a macchia di leopardo, nel pendio.
Durante tutto l’inverno i sempreverdi hanno fatti i primi attori della scena; ora devono lasciar spazio alle caducifoglie che, rigenerate da un lungo periodo di riposo, esploderanno nel loro rinnovato splendore mettendo in secondo piano gli alberi dal verde spento. In questo grande pendio ogni albero svolge un ruolo; entra ed esce di scena cadenzatamente, lentamente ma con continuità…. e la scena fantasticamente muta.

Proprio in questi giorni si vedono anche alcune fioriture d’alberi e d’arbusti: esse fanno sì che il pendio appaia puntinato di macchie di colore che danno tono al verde nascente, le fioriture svaniscono nel giro di pochi giorni e, perciò, nel volgere dei mesi primaverili, si avvicendano colori ed effetti cromatici sempre diversi

Il corniolo, per esempio,  con i suoi fiori giallognoli, ha già concluso il suo ciclo. Sta svanendo anche il momento dei ciliegi rustici con il delicato colore bianco e si sta preparando a troneggiare l’efflorescenza violacea dell’albero di giuda … e ancora …

La natura proietta il suo film di anno in anno; il tema, la sceneggiatura e i protagonisti sono sempre i medesimi ma sulla scena succede sempre qualcosa di impercettibilmente nuovo; qualcosa che a volte si fa molta fatica a delineare: siamo oramai animali di città e cogliamo con difficoltà le variazioni dell’ambiente naturale che ci circonda

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s